Phone +39 392 4299447 / +39 0578 237029

email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Italian Dutch English French German Portuguese Russian Spanish
Previous ◁ | ▷ Next

scopri il territorio

Scegli la Val di Chiana (a cura dell'APT Terre di Siena)

L'acqua degli Dei

La Val di Chiana ha confini sfumati come la lievità delle sue albe, come il rosseggiare dei tramonti che si riflettono nel mare immoto delle Crete, biancane di raro fascino, negli orridi dell’Orcia, che baluginano sugli specchi d'acqua di Chiusi e Montepulciano, che s'inabissano nel mistero profondo della civiltà etrusca ad esplorare il labirinto di Porsenna, che rimbalzano sulle asperità del Cetona e infine sgorgano vitali nelle fonti di Chianciano Terme e San Casciano dei Bagni.

Visitarla significa entrare in sintonia con il suo diapason che, come in una partitura sensoriale, fa vibrare tutti gli accordi: da quelli della storia che sfuma nella leggenda e nel mistero (la civiltà etrusca che innerva di sé tutto il territorio), a quelli del piacere che si fa benessere (nelle miracolose acque di Chianciano Terme, di Montepulciano e di San Casciano dei Bagni) e godimento goloso (i grandi vini di Montepulciano, le suggestioni gastronomiche di Sinalunga con una salumeria d'altissimo lignaggio, l'olio extravergine di oliva di Trequanda); da quelli del bello che si sostanzia nel paesaggio e nelle architetture (esplorando Sarteano, Torrita di Siena e l'aristocratica ruralità di Cetona ne avrete concreta dimensione) a quelli del mito sospeso tra naturalità (l'oasi di Chiusi, la straniante severità del Monte Cetona) e armonia del vivere che è il tratto caratteristico di questo territorio, ricco di testimonianze antiche.

 

Olio, vino, carne e cacio

La civiltà di un popolo non si manifesta solamente attraverso la pittura, la letteratura o la musica, ma anche - per non dire soprattutto - attraverso la cultura della buona tavola.

Toscana, ma ancora di più val di Chiana, vuol dire olio extravergine d’oliva, derivato da olive ancora colte a mano, dal sapore sapidissimo e fruttato; vuol dire formaggio (cacio) pecorino di puro latte di pecore allevate all’aperto, sulle nostra colline; e poi vuol dire vino Nobile di Montepulciano, il primo vino che ha potuto fregiarsi della denominazione d.o.c.g., e vino Bianco Vergine Valdichiana, dal sapore fruttato di mela golden, glicine e sentore di frutta tropicale.

Quanto alla carne, dobbiamo aprire un discorso a parte: stiamo infatti parlando di carne chianina, quella dalla quale si traggono le gigantesche fiorentine da cuocere rigorosamente alla brace. I nomadi della buona cucina vengono appositamente da queste parti solo per acquistare o gustare sul posto le nostre bistecche o i nostri salumi, che sono ancora lavorati artigianalmente con grande passione.

 

Treno Natura

Scoprire la bellezza delle Terre di Siena con un mezzo e una velocità d’altri tempi.
Il Trenonatura porta davvero indietro nel tempo: questa è l’impressione che resterà nella mente di chi avrà la possibilità di compiervi almeno un viaggio.

E’ grande l’emozione che si prova salendo a bordo di una carrozza centoporte, trainata da una littorina d’epoca o da uno di quegli scuri “giganti fumanti” sui quali i nostri nonni viaggiavano, accompagnati da un sottofondo di fischi, sbuffi, cigolii e soffiare di stantuffi.

Gli itinerari sono tanti, inconsueti e tutti irresistibili per la bellezza dei territori attraversati e perché certi paesaggi, alcune prospettive, non sono “godibili” che dal treno. In certi tratti non ci sono strade, oltre alla ferrovia, e si vedono solo colture e greggi: il tempo si è davvero fermato e il treno natura ci dà la chiave d’accesso.

Sarà possibile scendere in romantiche stazioni per poi avventurarsi lungo sentieri, raggiungere pievi, borghi e castelli, soffermarsi per una degustazione in una fattoria, cogliere l’occasione per partecipare a sagre e feste.

Maggiori informazioni su
www.terresiena.it/trenonatura09

 

Gli Etruschi

Gli etruschi sono nel nostro DNA; e non è un modo di dire, visto che le fattezze di tanti volti rappresentati su urne cinerarie e dipinti tombali sono straordinariamente identiche a quelle riconoscibili nei volti di tanti di noi.

E la memoria dei nostri progenitori ci accompagna nella quotidianità, nelle nostre usanze, negli usi contadini, nella nostra cucina più tipica, in alcuni vocaboli del nostro vernacolo o nei toponimi dei nostri luoghi.

I ritrovamenti avvengono in pratica ogni giorno, senza interruzione; e sono migliaia e migliaia le tombe censite e ancora non scavate.
Non basterebbero mille musei per contenerne i reperti; e quando si crede che nient’altro sia possibile scoprire oltre a quanto già trovato, ecco venire alla luce un’altra tomba, un altro tempio, ricchi di corredi intatti, di statue e di suppellettili di rara bellezza.

 

Città d'arte

I borghi e le cittadine della val di Chiana, sembrano disposti secondo uno schema preciso, quasi matematico, che li vede posti a cinque chilometri, o poco più, l’uno dall’altro.
Si ha appena il tempo di riprendersi dall’emozione di quanto appena visto in questa o quella cittadina, che l’impatto con le linee purissime di un’altra cattedrale o di un’altra piazza, ci assale di nuovo.

Il bello, nella sua accezione più assoluta, lo troveremo ad esempio nella Piazza Baldini, a Chiusi, dominata dalla torre/campanile e dalla facciata severa della cattedrale; oppure a Sarteano, dove la celebre Annunciazione del Beccafumi ci aspetta, umile quanto splendida, nella piccola chiesa di S. Martino; e poi a Chianciano Terme, che conserva gelosamente nel suo centro storico, nelle piazze e nei borghi, nei mille tesori artistici, l’anima del suo passato più antico e glorioso. E ancora a Montepulciano, non a caso definita la perla del ‘500, che si fregia delle opere di architetti rinascimentali come Michelozzo, il Sangallo e il Peruzzi, che hanno profuso il loro ingegno in edifici civili e religiosi di incredibile eleganza.
Poco più a nord c’è Torrita di Siena, con un centro storico che è un vero e proprio labirinto di vicoli ordinati, che vanno a sboccare in piazze e piazzette dove il tempo sembra essersi fermato; e un poco discosto, arroccato su un colle, Montefollonico ci accoglie nel suo borgo medievale per un viaggio a ritroso nei secoli.

Addentriamoci nelle colline: ecco Trequanda, con i vicoli, la piazzetta e quella Chiesa dalla facciata che sembra una bellissima scacchiera di pietra. Sinalunga è più a est, a segnare i confini settentrionali questa terra di Siena (che poco più in là è già Arezzo) e domina l’intera vallata; il borgo antico, silenzioso e ricco di storia, merita una visita per scoprirne i mille tesori.

 

Le Terme

Gli Etruschi ne scoprirono per primi gli effetti benefici e legarono i loro culti alle acque sorgive, qui presenti dappertutto. Acque gelide, perché provenienti dalle vette delle alture boscose; acque tiepide, scaturite dal ventre delle colline; acque bollenti, testimonianza viva e perenne di un sottosuolo vivo e ardente come quello del monte Amiata, a due passi, antico vulcano dal cuore ancora pulsante.
E gli straordinari effetti che queste acque avevano sul benessere degli uomini, avevano finito con il convincere gli etruschi che fossero di certa discendenza divina, al punto di edificare tempi in prossimità delle sorgenti, trasformandoli in veri e propri luoghi di culto.

Oggi, la moderna scienza medica ci ha fatto capire benissimo quali processi chimici danno alle nostre acque i loro poteri e abbiamo imparato a sfruttarle in un’infinità di modi, uno più piacevole dell’altro.
Dal poeta Orazio, fino ai contemporanei Pirandello, Chagall e Fellini, che hanno frequentato le nostre terme, possiamo dunque affermare di avere in questo campo una tradizione che dura da oltre duemila anni: quanti possono dire altrettanto?

Scopri le offerte speciali, last minute e idee weekend del B&B Podere Lamaccia

Per visitare le bellezze della Val di Chiana e le città d'arte con le ricchezze rinascimentali e medievali il B&B Podere Lamaccia ha pensato a dei pacchetti promozionali per ogni stagione in abbinamento con la peculiarità del nostro territorio, e cioè la gastronomia...segui il link

Booking online

hotel.de, hrs, channel manager,booking online,gestionale hotel  bed and breakfastDirect reservation with full customer care and best price granted

Social

   

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information